Smaltimento rifiuti liquidi

Piattaforma per il trattamento dei rifiuti liquidi non pericolosi con capacità autorizzata pari a 18.000 tonnellate/anno.

L'impianto è costituito da una sezione biologica e da una chimico-fisica con stazione di pretrattamento, zona di scarico con area dedicata al lavaggio delle autocisterne, impianto di biofiltrazione.

I reflui in ingresso provengono dalle seguenti attività produttive:
  • Industria degli agrumi
  • Industria conserviera
  • Industria della carne
  • Industria del pesce
  • Industria tessile
  • Industria del latte
  • Industria vinicola
  • Industria vetraria
  • Industria della pasta
  • Impianti di depurazione
  • Impianti per il trattamento dei rifiuti
È prevista la possibilità di conferire i rifiuti liquidi sia sfusi che confezionati (fusti, tank container ecc.). Dal mese di maggio 2012 è attivo il servizio di ritiro scarti alimentari inutilizzabili, che possono essere conferiti nelle loro confezioni originali, quali vasetti, bottiglie, contenitori rigidi, tetrapack ecc. Questi prodotti sono conferibili su bancale.