B.S.B prefabbricati S.r.l. | Codici CER

l'autorizzazione alla gestione dell'impianto di messa in riserva (R13) e trattamento (R5) di rifiuti speciali non pericolosi, presso il centro localizzato in Comune di NOCETO (PR) censito al Catasto terreni del Comune di NOCETO, Fg. n. 43 - m.le n. 94, individuato nella CTR 1 :10.000 sez, Noceto n. 181150 alfe coordinate Gauss-Boaga (punto interno all'area) 4.962.240N - 1.594.310E.

I rifiuti ritirabili per effettuare le operazioni di recupero R5 e R 13, sono codificati con i seguenti codici CER sotto elencati:

CENERI
10.01.01 Ceneri pesanti, scorie e polveri di caldaia (tranne le polveri di caldaia di cui alla voce 10 104)
10.01.02 Ceneri leggere di carbone
10.01.03 Ceneri leggere di torba e di legno non trattato
10.01.15 Ceneri pesanti, scorie e polveri di caldaia prodotte dal coincenerimento, diverse da quelli di cui alla voce 10 01 14
10.01.17 Ceneri leggere prodotte dal coincenerimento, diverse da quelle di cui alla voce 10.01.16
10.01.21 Fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 10.01.20
06.05.03 Fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 06.05.02
19.01.12 Ceneri pesanti e scorie, diverse da quelle di cui alla voce 19.01.11
19.01.14 Ceneri reggere, diverse da quelle di cui alla voce 19.01.13
19.01.19 Sabbie dei reattori a letto fluidizzato


SCORIE
10.02.01 Rifiuti del trattamento delle scorie
10.02.02 Scorie non trattate
10.09.03 Scorie di fusione
10.09.08 Forme e anime da fonderia utilizzate, diverse da quelle di cui alla voce 10.09.07
10.10.08 Forme e anime da fonderia utilizzate, diverse da quelle di cui alla voce 10.10.07
10.10.99 Rifiuti non specificati altrimenti (costituti da terre e sabbie di fonderia)


FANGHI DELL'INDUSTRIA CARTARIA
03.03.09 Fanghi di scarto contenenti carbonato di calcio
03.03.10 Scarti di fibre e fanghi contenenti fibre, riempitivi e prodotti di rivestimento generati dai processi di separazione meccanica


Nel rispetto delle seguenti condizioni:
  • Quantitativo massimo annuo recuperabile pari a 80.000 ton;
  • Quantitativo massimo giomaliero recuperabile pari a 532 ton;
  • Quantitativo massimo istantaneo di stoccaggio pari a 9.000 ton;